CRICD
 Regione Siciliana - Assessorato dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana - Dipartimento dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana

Centro Regionale per l'Inventario, la Catalogazione e la Documentazione grafica, fotografica, aerofotogrammetrica, audiovisiva
Cerca nel sito  
SEDE: Via dell'Arsenale, 52 90142 Palermo - TECHE: Biblioteca, Fototeca, Cartoteca C.so Calatafimi, 217 90129 Palermo Filmoteca Via Nicolò Garzilli, 38 90141 Palermo
CONTATTIemail cricd@regione.sicilia.it , pec cricdsicilia@pec.aruba.it

 
Teche CRICD



Dipartimento dei Beni culturali e dell'Identità siciliana

Ministero dei Beni Culturali

ICCD

S10.1 - AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE - Produzioni Editoriali


 

L'epos dietro le quinte. I pupari raccontano

a cura di Orietta Sorgi
CRICD
Palermo, 2016
 Il documentario realizzato dal Centro Regionale del Catalogo e della Documentazione ricostruisce la vicenda dell'opera dei pupi in Sicilia attraverso un racconto visivo a più voci, immediato e diretto, restituendoci le testimonianze autobiografiche dei più noti pupari della tradizione palermitana e catanese.
"Un'opera totale" quella dei pupi che, abbracciando diverse arti e tecniche artigianali costituisce una delle espressione più profonde dell'anima del popolo siciliano. 
Dal 2008 l'UNESCO l'ha iscritta tra i Patrimoni Orali e Immateriali dell'Umanità per le straordinarie peculiarità che questa forma d'arte sintetizza. 
Le motivazioni sono diverse. 
La trasmissione orale del repertorio letterario innanzitutto, che ancora oggi, nell'era veloce della tecnologia viene affidata dal maestro all'allievo con sapienza, cura e pazienza artigianale. 
Inoltre, l'opera dei pupi ha avuto nel corso del tempo una funzione sociale rilevante accogliendo al suo interno personaggi e storie colti dall'attualità e intrecciando con i racconti dei paladini, le cronache e le tensioni politiche del tempo. 
E tra passione e incantamento il pubblico di ogni età, come in un rito catartico, attraverso le gesta degli eroi, faceva esperienza gioendo o piangendo di ideali e valori universali. 
Anche per queste ragioni, siamo grati al Centro che ha voluto, con questo DVD, promuovere la conoscenza e la valorizzazione di un'arte straordinaria, riscoperta negli anni Sessanta e Settanta attraverso l'opera instancabile di Antonio Pasqualino e che ancora oggi racconta a ciascuno di noi il gran" cunto" del mondo e della vita.
Carlo Vermiglio

 Raccontare la magia, il chiaroscuro poetico e /'incantamento dell'opera dei pupi è impossibile; bisogna vederla, entrare a farne parte. 
C'è tutto, dentro. 
L'epos eroico e la tradizione del teatro di figura, forma drammatica antichissima e archetipica nella tipizzazione di " maschere" che identificano i vari tipi umani con i loro vizi e le loro virtù (e viene da pensare a Teofrasto e ai suoi Caratteri). 
L'affabulazione del" cuntu" , la musica e la pittura popolare - con le scene dipinte che richiamano la tavolozza cromatica e l'espressività del segno nella decorazione dei carretti siciliani. 
La creatività dell'artigianato locale: il puparo prima ancora che artista e cantastorie è innanzitutto creatore dei pupi, intagliati nel legno cui infonde linfa vitale e caratterizzazione individuale. 
E c'è, ancora, il profumo del tempo. 
Quello della Sicilia della seconda metà dell'Ottocento che ammaliò il Pitrè, fattosi storico delle tradizioni popolari in un mondo che già si avviava alla modernizzazione industriale post-unitaria. 
Quello delle masse contadine inurbatesi nelle maggiori città siciliane, a Palermo, Catania, Messina, cui l'opera dei pupi restituisce un canovaccio drammatico e una trama mitica, sufficientemente lontana nella storia - le imprese dei paladini, la Chanson de Roland - da potere essere utilizzata per leggere in controluce gli intrecci della vicenda contemporanea senza rischiare di perdersi in pericolose sovrapposizioni con la cronaca: il re Carlo Magno, l'eroe buono e coraggioso (Orlando), la donna angelicata, i cattivi per antonomasia (Ferraù e gli altri capi saraceni; il gran traditore Gano di Magonza), in mezzo a duelli, prove di onore e tradimenti, un codice di comportamenti che riflette i valori di integrità e purezza più sentiti e ammirati dal popolo. 
Insignita del titolo di bene immateriale dell'umanità dall'Unesco, l'opera dei pupi è uno dei tasselli - uno dei più significativi ¬attraverso cui si identifica /'identità siciliana, ed è questa la ragione per cui in un'epoca come la nostra, in cui domina la piattezza della omologazione globalizzata, la difesa di un'arte tipica e popolare, un autentico mondo di creatività e di tradizione, costituisce un antidoto contro la perdita di memoria e di senso, uno spazio di rigenerazione fantastica al posto della bulimia di consumo culturale indistint, apolide e fine a se stesso. 
Guardiamo gli occhi di un bambino mentre guarda l'opera dei pupi. E capiremo perché Leonardo Sciascia diceva che è un rito e che" bisogna credere". 
Caterina Greco

Pubblicazione in formato PDF

 

Titolo
Autore/Curatore
Sicilia Ottocento. Fotografi e Grand Tour  Sicilia Ottocento. Fotografi e Grand Tour, CRICD, Fototeca Regionale e Edizioni Gente di Fotografia, Palermo 2002  Vincenzo Mirisola, Michele Di Dio  CRICD     01/11/2002
Per una catalogazione dei Beni Naturali e Naturalistici 
388 schede catalografiche di minerali conservati presso il Dipartimento di Chimica e Fisica dell’Università di Palermo.
 
Valeria Calandra  CRICD     01/11/1998
Sortino. Suoni, voci e memorie della tradizione 

Bonanzinga Sergio, Sortino. Suoni, voci e memorie della tradizione, Regione Siciliana, Assessorato dei Beni Culturali e Ambientali e della Pubblica Istruzione, CRICD, Palermo 2008. Il volume corredato di due CD audio con le registrazioni sulle tradizioni musicali di Sortino, restituisce intatto e ancora vivo un universo sociale di tipo tradizionale. Una raccolta di 100 documenti sonori, rilevati sul campo nel 2000 dall’etnomusicologo Sergio Bonanzinga, opportunamente confrontati con i materiali degli anni 60 conservati preso gli archivi dell’Accademia di Santa Cecilia e presso il Museo delle Marionette Antonio Pasqualino. Emerge una straordinaria continuità fra passato e presente).

CD 1. IL CICLO DELLA VITA (Durata totale 73:33)   CD 2. FESTE, MESTIERI, SPETTACOLI (Durata totale 73:10)
1) A mmunticetri (scampanio festivo) 1:25   1) Campana o Vènniri (per rievocare settimanalmente la morte di Cristo) 0:22


2) A naca (indovinello) 0:31   2) Maria passa di na strata nova (canto di Passione) 1:35
3) La ò (ninnananna) 0:54   3) I suoni dei crepitacoli per la Settimana Santa 1:34
4) La ò (ninnananna) 2:00   4) Tamburo del Venerdì Santo e marcia funebre (Allori e lacrime) 5:45
5) La ò (ninnananna) 1:06   5) Miserere della Settimana Santa 3:10
6) Puti putè (filastrocca per divertire i barnbini tenendoli in braccio) 0:13   6) Allegru i Pasca (scampanio per la messa della Resurrezione) 0:52
7) Ciarmu pi vermi (formula magico-terapeutica per la cura dei "vermi") 0:39   7) Nesci malignu che Ggesù è rrisuscitatu! (scongiuro di Pasqua) 0:43
8) E ttuli ttuli ttuli (filastrocca) 0:57   8) Storia di santa Sofia 2:18
9) Sammicenzu cu ll'ali cu ll'ali (filastrocca) 0:09   9) I Virgineddi per santa Sofia 2:35
10) Sàcciu na canzunetra (filastrocca) 0:17   10) Rosario di santa Sofia 1:23
11) Pisi pisella (filastrocca per contare) 0:18   11) Formula per le richieste di grazia a santa Sofia 1:16
12) Ninnirinnola (gioco ritmato) 0:28   12) Scampanio per salutare le processioni dei Santi 0:53
13) È arrivato l'ambasciatore (gioco cantato) 1:02   13) 10 settembre a Sortino (marcia bandistica) 5:33
14) Valzer 3:32   14) Tu scendi dalle stelle / Di notte a mezzanotte (novena di Natale) 2:31
15) O Ddiu si ppisci finu mi facissi (canzuna) 1:35   15) Risbigghiativi paisani (canto di Natività) 1:39
16) Palumma ianca ca voli pi mmari (canzuna) 0:24   16) U mètiri (la mietitura tradizionale) 2:11
17) Funtana di bbillizzi e ppirchl chianci (canzuna) 0:40   17) Sugnu appuiatu nna sta cantunera (canzuna di contadini) 1:22
18) Mazurka 2:34   18) Commu si cugghienu li bbeddi pira (canto di contadini) 1:13
19) La ggenti ca mi sèntunu cantari (canzuna) 0:43   19) U pisari (la trebbiatura tradizionale) 2:54
20) Notte senza luna (tango) 3:36   20) Canzuna ri pisari (canto dell' aia) 1:01
21) Susiti bbella, susiti matinu (canzuna) 1:05   21) Canzuni ri pisari (canti dell'aia) 3:12
22) Sunata ri friscalettu (sonata al flauto di canna) 1:17   22) U cuntari (la misura del frumento) 2:05
23) Vai dicennu ca bbeni mi voi (canzuna) 1:25   23) I campani (i campanacci dei pastori) 5:23  
24) Maddalena (fax) 12:34   24) Richiami e sonorità pastorali 3:34
25) M'avasta l'arma d'iri a nnatuni (canzuna) 0:56   25) Vanniata ri marruna (richiamo del venditore di caldarroste) 0:39
26) Tango di Rinella 2:31   26) Vanniata ri cirasi (richiamo del venditore di ciliege) 0:44
27) Li multi vuci (cuntrastu) 7:29   27) Vanniata ri càlia e ssimenza (richiamo del venditore di ceci tostati e semi di zucca) 0:36
28) Ciuritru (valzer) 3:11   28) Vanniata ri luppina (richiamo del venditore di lupini) 0:29
29) Ammina sugnu e mmi vestu a omininu (canzuna) 1:08   29) Vanniata da ricotta (richiamo del venditore di ricotta) 0:12
30) Sunata ri friscalettu a ttri puttusa (sonata di flauto di canna a tre fori) 0:28   30) Canzuni a la carrittera (canti di carrettieri) 2:58
31) Tarantella 1:42   31) Canzuni ri lavannari (canti di lavandaie) 1:32
32) Polka 1:56   32) A ncùnia (l'antico lavoro di forgia) 2:00
33) Polka 1:32   33) Voce e ritmi del puparo Ignazio Puglisi 1:24
34) Quadriglia 1:12   34) Voce e ritmi del puparo Ignazio Manlio Puglisi 6:22
35) Agunìa (suono di campana per annunciare un decesso) 0:42
36) Rosario dei Defunti 2:48
37) Rosario dei Defunti 2:49
38) Appetru ("appello" di campana agli uffici funebri) 0:35
39) Rosario dei Defunti 5:08
40) Mattòriu (campane "a morto") 0:52
41) Chiantu (lamento funebre) 0:23
42) Appello di campana alle messe per la commemorazione dei defunti 0:50
43) Chiantu (lamento funebre) 5:34
44) Liòria (scampanio "a Gloria" per segnalare il decesso di un bambino) 0:46
 
Sergio Bonanzinga  CRICD     01/01/2008
Norme per la catalogazione dei beni etnoantropologici materiali - Scheda BDM  Norme di catalogazione  Selima Giorgia Giuliano, Orietta Sorgi  CRICD     01/03/2007
Norme per la catalogazione di strutture produttive tradizionali - Inserto A/SPT (Approfondimento scheda A)  Norme di catalogazione  Selima Giorgia Giuliano, Orietta Sorgi  CRICD     01/03/2007
Musica e tradizioni orali a Buscemi 

A cura di Rosario Acquaviva e Sergio Bonanzinga, con un CD allegato, secondo numero della collana Archivio Sonoro Siciliano, Regione Siciliana, Assessorato dei Beni Culturali e Ambientali e della Pubblica Istruzione, Palermo 2003.
Il volume, accompagnato dalle registrazioni dei curatori sulle voci e i suoni tradizionali di Buscemi, restituisce alla pubblica fruizione un universo sociale ancora compatto e largamente partecipato.
Raccogliere per conservare, conservare per comunicare: questo il senso ultimo della Nastroteca del Centro regionale per il catalogo e la documentazione, istituzione che sj pone nel territorio regionale quale deposito naturale d'informazione e raccolta di tutta la materia sonora e musicale. 
L'attività editoriale fa si che un archivio documentale non si configuri come mera conservazione, scatola chiusa di contenuti, ma impulso attivo alla conoscenza e all'ascolto che garantisca la circolazione e lo scambio dei documenti, veicolo di messaggi e valori, presupposto di ogni crescita civile e collettiva. 
Il recupero per una pubblica fruizione di un patrimonio sonoro della nostra Isola, inedito o poco conosciuto, è il principio ispiratore che guida la realizzazione di questa collana editoriale Archivio Sonoro Siciliano.
In questo numero, dedicato a Buscemi, si possono ascoltare le voci che accompagnavano la battitura dell'aia, i canti dei contadini, le ninne nanne e le filastrocche, le descrizioni e le spiegazioni di molte ricorrenze e celebrazioni nonché degli usi tradizionali del campanacci, le grida dei venditori ambulanti, i canti dei carrettieri e molto altro ancora.

L'infanzia  
1) E di la vò (ninnananna) 01:07
2) Tuppiti tè (filastrocca) 00:39
3) Bbamminieddu abballa abballa (filastrocca) 00:35
4) Palummedda ianca ianca (filastrocca) 00:40
5) Crisci Llòria (formula per propizia re la crescita dei bambini) 00:41
6) Sàzziti figghiu (formula per mitigare l'appetito dei bambini) 00:37
7) Ronda rundedda (filastrocca per ritmare il girotondo) 00:19
Il lavoro
8) U mètiri (pratiche e voci della mietitura) 06:04
9) I ciràuli al tempo della battitura dell'aia 01:13
10) U pisari (voci della battitura dell'aia) 02:20
11) Sbògghia, sbògghia muortu ri suonnu (voci della battitura dell'aia) 02:33
12) Sbògghia ch'è fattu iuornu (voci della battitura dell'aia) 02:09
13) Tipologia e uso dei campani per gli animali 03:05
14) Richiami e sonorità pastorali 02:07
15) Canzuni ro parmientu (canti durante la pigiatura dell'uva) 02:25
16) Cugghiennu l'alivuzza e l'alivara (canto per la raccolta delle olive) 00:58
17) Cumpari cci viniti a la marina (canto di contadini) 01:17
18) Mi partu ri Palermu e bbaiu a Ppatti (canto di carrettieri) 01:08
19) Affaccia bbella e ssusiti matinu (canto di carrettieri) 01:37
20) Iu passu e spassu ri sta strata fina (canto di carrettieri) 01:27
21) làiu saputu ca ddu suoru siti (canto di carrettieri) 01:09
22) Cunzamu e stagnamu! (richiamo di stagnino) 01:00
23) U sali, u sali! (richiamo di venditore ambulante) 00:36
24) Preghiere durante il lavoro al telaio 01:32
Le feste e la devozione
25) Nninnaredda (novena di Natale) 13:02
26) I sapùrchira (i "sepolcri" del Giovedl Santo) 01:22
27) Sarvi Rriggina r'Addulurata (Salve Regina del Venerdl Santo) 03:13
28) Rrusàriu rAddulurata (Rosario del Venerdi Santo) 00:58
29) Niesci cimìcia fitenti (scongiuro del Sabato Santo) 00:46
30) Scampanio di richiamo alla messa e preghiera prima di confessarsi 01:02
31) Preghiere della sera 01:09
32) Canti per la Madonna nel mese di maggio 02:55
33) Canti per la festa della Santa Croce 02:22
34) Rrusàriu rà Crucifissu (Rosario del Crocifisso) 02:07
35) "Storia" della Madonna del Bosco 01:49
36) Scongiuro contro le tempeste e le trombe marine 00:37
37) Sonorità festive per la Madonna del Bosco 03:24
 
Rosario Acquaviva, Sergio Bonanzinga  CRICD     
Il Museo ritrovato. Il Salnitriano e le origini della museologia a Palermo 

Graditi Roberto, Il Museo ritrovato. Il Salnitriano e le origini della museologia a Palermo, Palermo 2003.
Frutto di anni di attenta indagine e studio di fonti e documenti d’ archivio,l’opera ricostruisce il percorso e le vicende storiche dell’ingente patrimonio custodito nel Collegio Massimo dei Gesuiti, costituito da preziose raccolte e collezioni,confluite successivamente nelle principali istituzioni museali della città. Museo ritrovato, oggetto di alterne vicende, che viene adesso restituito seppure’’virtualmente” alla fruizione, inteso come momento di conoscenza e recupero della memoria della nostra Isola.

Pubblicazione in formato PDF

 
Roberto Graditi  CRICD     01/09/2003
Luigi Rognoni intellettuale europeo. Documenti e testimonianze 
Questi 3 volumi, corredati da 3 CD audio e da circa 500 immagini, intendono divulgare e valorizzare l'archivio e la nastroteca di Luigi Rognoni (Milano 1913-1986), custoditi presso l'Università di Palermo dov'egli insegnò dal 1958 al 1970, fondandovi l'Istituto di Storia della Musica e segnando una stagione culturalmente assai feconda.
Attraverso un apparato documentario prezioso ed eterogeneo (articoli, conversazioni ed interviste radiofoniche, carteggi regionali, locandine, programmi di sala, bozzetti, foto di scena, autografi musicali, fotografie con dediche) è illustrata la sua lunga e poliedrica attività di musicologo, studioso di cinema, animatore del terzo programma radiofonico della Rai, regista di teatro musicale, nonchè la fitta rete delle relazioni da lui stabilite con artisti e studiosi dell'intera Europa.
 
Pietro Misuraca  CRICD     
Norme per la catalogazione di parchi e giardini - Scheda PG 

Normativa per la schedatura dei parchi e dei giardini storici.

 
Paola Misuraca, Michele Buffa  CRICD     01/11/2005
Norme per la catalogazione di edifici e manufatti Architettonici - Scheda A 

Normativa per la schedatura del patrimonio architettonico e monumentale.

 
Paola Misuraca  CRICD     01/12/2004
Norme per la catalogazione di settori urbani e unità minime edificate - Schede SU e SU/A 

Normativa per la schedatura dei settori urbani e l’edilizia elencale.

 
Paola Misuraca  CRICD     01/07/2005
Bollettino della Nastroteca 2008 

Sorgi Orietta (a cura di), Bollettino 2008. Attività, ricerche, acquisizioni. CRICD, Palermo 2009: il volume, come il precedente, informa sulla attività svolte dalla Nastroteca; un panoramica che spazia dalle registrazioni dal vivo alle duplicazioni di pregiate fonti orali, dall’esposizione di progetti svolti e di quelli in itinere ad un approfondimento sui Canti della Passione. Contiene inoltre 3 CD audio relativi alle registrazioni di lamentazioni della Settimana Santa.

Pubblicazione in formato PDF

 
Orietta Sorgi  CRICD     01/01/2009
Folkstudio. Catalogo delle raccolte 1966-1970 

Il sesto numero della collana Archivio Sonoro Siciliano restituisce all’ascolto una selezione della storica raccolta di Elsa Guggino che riunisce alcuni tra i più rappresentativi canti di lavoro, inestimabile patrimonio sonoro dell’Isola; il tutto è corredato da schede di catalogo  e da un CD.

Folkstudio. Catalogo delle raccolte 1966-1970  
1)  Amuri amuri quantu si luntanu (canzuna) 0:39
2)  U primu amuri u fici cu Rusidda (canzuna) 1:17
3)  Brizzita Santa (canto agiografico) 2:31
4)  Armi i corpi decullati (orazione divinatoria) 0:33
5)  O bedda ca tu nascisti a Liunforti (canzuna) 3:27
6)  O Diu ca mi vasta l'arma ... (canzuna) 5:55
7)  ler assira cci passavu ra na bbanna (canzuna) 3:22
8)  Chi arti nfami ch'è lu carritteri (canzuna) 7:40
9)  Abbanniate (grida dei venditori ambulanti) 1:06
10)  Na bedda di nfinestra m'affacciau (canzuna) 4:01
11)  Com'amm'affari l'annata d'aguannu (canto di contadini) 0:40
12)  Populi me (canto della Settimana santa) 4:12
13)  O Maria to figliu è mortu (canto della Settimana santa) 5:15
14)  Figghiu me Gèsu mia muristi ncruci (canto della Settimana santa) 2:08
15)  Cuntu - L'arte in prova che al mondo non si trova (cuntu) 10:09
16)  A cu l'ai salaletti (canto dei salinai) 0:43
17)  Cummari chi bbinisti giust'appuntu (canto dei salinai) 0:35
18)  Passio (triunfu dei cantastorie ciechi) 3:18
19)  Novena dei defunti (novena dei cantastorie ciechi) 2:23
20)  Abballu di li virgini (triunfu dei cantastorie ciechi) 5:50
21)  Tarantella (musica da ballo) 2:22
22)  Na bedda di nfinestra m'affacciau (canzuna) 2:54
 
Orietta Sorgi  CRICD     01/05/2009
Bollettino della Nastroteca 2004. Eventi e documenti 

Sorgi Orietta (a cura di), Bollettino Nastroteca 2004. Eventi e documenti, CRICD, Palermo 2005: primo volume di uno strumento periodico di informazione delle attività e servizi della Nastroteca. Qui si dà indicazione del patrimonio sonoro d’archivio e delle principali collezioni, accompagnate dai testi introduttivi dei fondatori, dei progetti in corso e delle pubblicazioni realizzate.

 
Orietta Sorgi  CRICD     01/01/2005
Mercati storici siciliani 

Sorgi Orietta (a cura di), Mercati storici siciliani, CRICD, Palermo 2006: Il volume, corredato da DVD, illustra i risultati delle campagne di documentazione realizzate dal Centro sui più importanti mercati storici della Sicilia. Le schede sono introdotte da una serie di saggi scientifici sull’argomento, ad opera di studiosi di diverso orientamento disciplinare. In libreria la nuova edizione del 2007. Introduzione di Antonino Buttitta.

 
Orietta Sorgi  CRICD     01/06/2006
Mercati storici siciliani (versione DVD con libretto in italiano e inglese) 

Sorgi Orietta (a cura di), Mercati storici siciliani, CRICD 2006 (versione DVD con libretto in italiano e inglese): il DVD mercati storici siciliani presenta un’ampia scelta delle riprese effettuate sui principali mercati storici siciliani, accompagnato da fotografie a colori e testo esplicativo in italiano e inglese). In corso di stampa la nuova versione multilingua (italiano, inglese, francese e spagnolo).

 Pubblicazione in formato PDF

Palermo   Mercato del Capo
(18-11-03)
Mercato di Sant’Agostino
Festa di Santa Rita
(22-5-01)
Mercato della Vucciria
Processione del Venerdì Santo ai Cassari
(18-4-03)
Corso dei Mille
Fiera del bestiame
(11-5-03)
Porticello (PA) Mercato del pesce
(9-7-03)
Festa della Madonna del Lume
(6-10-03)
Milazzo (ME) Mercato la Pescheria
(8-7-04)
Catania Mercato Pescheria
(3-1-06)
Mercato Fera ô luni
(6-1-06)
Mojo Alcantara (ME) Fiera del bestiame
(18-9-03)
Siracusa Mercato di Ortigia
(9-5-04)
Riposto (CT) Mercato
(18-5-04)
Acireale (CT) Mercato la Pescheria
(19-5-04)
Enna Fiera del bestiame
(28-5-04)
Fiera del bestiame
(29-5-04)
Canicattini Bagni (SR) Fiera del bestiame
(8-5-04)
Scoglitti (RG) Mercato ittico
(23-6-04)
Ragusa Fiera del bestiame
(26-6-04)
Caltanissetta Mercato Strat’â foglia
(27-5-03)
Porto Empedocle (AG) Mercato ittico
(5-6-03)
Mazara del Vallo
(TP)
Mercato ittico
(27-3-03)
Partanna (TP) Fiera del bestiame
(9-5-04)
Trapani Mercato ittico
(3-4-03)
Mercato la Loggia
(3-4-03)
Terrasini (PA) Mercato ittico
(7-3-03)
Isola delle Femmine (PA) Mercato ittico
(28-2-03)
 
Orietta Sorgi  CRICD     01/01/2007
Festa e mercato. Tradizione e modernità 

Sorgi Orietta (a cura di), Festa e mercato. Tradizione e modernità, CRICD, Palermo 2008 (DVD e testo in italiano, inglese e francese): il cofanetto contiene 5 audiovisivi realizzati dal Centro sui principali luoghi del mercato in Sicilia, fra sacro e profano.

Ricerche di mercato. Mercato storici siciliani Ricerche di mercato. Mercati storici siciliani
prodotto per il CRICD dalla CLCT Broadcasting di Palermo
regia: Sergio Gianfalla e Ester Sparatore
Porticello. Storia di un borgo marinari Porticello. Storia di un borgo marinaro
riprese video: Maurizio De Francisci, Pietro Duca
regia: Maurizio De Francisci
montaggio e postproduzione: Maurizio Spadaro
assistenza al montaggio: Gabriella Caldarella
consulenza musicale: Maurizio Zerbo
I mestieri del mare 
riprese video e regia: Maurizio De Francisci
montaggio e postproduzione: Maurizio Spadaro
assistenza al montaggio: Gabriella Caldarella
consulenza musicale: Maurizio Zerbo
La pesca a Isola delle Femmine
riprese video: Maurizio De Francisci, Gaspare Pasciuta
regia: Gaspare Pasciuta
montaggio e postproduzione: Maurizio Spadaro
Le vampe di San Giuseppe. Un rito popolare palermitano 
riprese video: Maurizio De Francisci, Gaspare Pasciuta
regia: Gaspare Pasciuta
montaggio e postproduzione: Gaspare Pasciuta, Maurizio Spadaro


Brochure in formato PDF
Coordinamento generale Gioacchino Vaccaro
Coordinamento tecnico Francesco Vergara Caffarelli

Direzione tecnico-scientifica Orietta Sorgi
Organizzazione generale Gabriella Caldarella
Testi Orietta Sorgi
Schede Marcello Alajmo
Interviste e sopralluoghi Gabriella Caldarella, Elena Lentini
Sbobinatura e trascrizioni Gabriella Caldarella, Giulia Viani, Laura Zanca
Registrazioni audio Edoardo Augello, Francesco Passante, Pierantonio Passante
Postproduzione audio e editing Edoardo Augello, Pierantonio Passante

Riprese fotografiche Maurizio De Francisci, Fabio Militello, Francesco Passante, Salvatore Plano
Postproduzione immagini ed editing Fabio Militello, Francesco Passante, Salvatore Plano

Produzione Futur@ntica srl - Servizi per i beni culturali
Traduzioni in lingua francese Luciana Grasso
Traduzioni in lingua inglese Denis Gailor
Progetto grafico e impaginazione Ferrara + Monterosso
Authoring e realizzazione DVD master Studioforward
Duplicazione DVD BRANMEDIA di Antonio Bruno
 
Orietta Sorgi  CRICD     01/01/2008
Charles Mingus 2002. 80th Anniversary 

Maurizio Zerbo (a cura di), CRICD, Palermo 2004: due CD audio allegati ad un libretto, presentano i brani più significativi, eseguiti da interpreti quali, Paul Jeffrey,  Vito Giordano, l'Orchestra Jazz siciliana, Marvi la Spina, Mimmo Cafiero, della rassegna musicale dedicata nel 2002 a Charles Mingus in ricordo dei suoi celebri concerti a Palermo, nello storico scantinato del Brass Group.

 

CD 1

1. MACCHINA DEI SUONI: Better Git In Your Soul

2. PAUL JEFFREY NONET: Boogie Stop Shuffle

3. SESTETTO VITO GIORDANO: Things Ain't What They Used to Be

4. SESTETTO VITO GIORDANO: Jelly Roll

5. SESTETTO VITO GIORDANO: Song with Orange

6. PAUL JEFFREY NONET: Carolyn "Keki" Mingus

7. MACCHINA DEI SUONI: Eclipse

8. SESTETTO VITO GIORDANO: Pussy Cat Dues

9. MACCHINA DEI SUONI: Strollin'

CD 2

ORCHESTRA JAZZ SICILIANA:

1. Canon

2. Wolverine Blues

3. Freedom

4. Sketch n. 3

5. Goodbye Pork Pie Hat

6. Duke Ellington Sound of Love

Ad eccezione della 3. (M. Ellington/T. Persons) e della 9. (C. Mingus/G. Gordon) in CD 1, tutte le composizioni sono di Charles Mingus

Formazioni:
Macchina dei Suoni:
Marvi La Spina pianoforte, direzione, arrangiamenti; Silvio Barbara, Rosario Caisa, Giovanni Calderone trombe; Rosolino Marinelli, Alessandro Mancuso, Giampiero Lo Piccolo, Gaspare Palazzolo sassofoni; Biagio Bennato corno; Mauro Cottone violoncello; Leonardo Grimaudo chitarra; Luca Lo Bianco contrabbasso; Giampaolo Terranova batteria; Giorgia Crimi voce.
Paul Jeffrey Nonet:
Paul Jeffrey sax tenore; Aldo Olivieri tromba; Tullio Ricci sax alto; Stefano D'Anna sax tenore; Mauro Bordignon sax baritono; Salvatore Pizzurro trombone; Bruno Persico pianoforte; Mimmo Cafiero batteria.
Sestetto Vito Giordano:
Vito Giordano tromba; Francesco Marchese sax tenore; Salvatore Pizzurro trombone; Mauro Schiavone pianoforte; Giuseppe Costa contrabbasso; Giuseppe Urso batteria.
Orchestra Jazz Siciliana diretta da Jack Walrath:
Jack Walrath, Vito Giordano, Domenico Riina, Giovanni Guttilla, Faro Riina, Pietro Pedone trombe; Salvatore Pizzurro, Salvatore Pizzo, Valerio Barrale, Fabio Piro tromboni; Gaetano Tucci, Francesco Marchese, Giampiero Lo Piccolo, Antonino Pedone, Rita Collura sassofoni; Mauro Schiavone pianoforte; Giuseppe Costa contrabbasso; Giuseppe Urso batteria.

Recensione: "Musica Jazz" 
Maurizio Zerbo  CRICD     01/01/2004
I grandi concerti. The Brass Group Palermo, Vol. 2 

Il cd contiene indimenticabili registrazioni live della storica fondazione palermitana, coprendo un arco temporale che va dal 1976 al 1986. Ne sono protagonisti sette giganti del jazz moderno quali Charles Mingus (1976), Max Roach (1986), Chet Baker (1980), Gil Evans con l'Orchestra Jazz Siciliana (1986), Milt Jackson (1980) con Ray Brown al contrabbasso e Monty Alexander al pianoforte. Phil Woods (1984) e gli Sphere (1985) concludono un "parter de roi" di valore assoluto, con artisti che hanno avuto un'influenza decisiva sul jazz contemporaneo, sia a livello compositivo che sul piano dell'organizzazione sonora. Nomi consegnati alla grande storia del jazz, in grado di donare al pubblico imprevedibilità, fantasia, tensione emotiva, insieme a ciò che negli Stati Uniti si definisce "stamina": l'energia vitale, unica ed irripetibile del climax espressivo, favorito dalla dimensione live.
Come ciliegina sulla torta, l'energia cosmica della performance mingusiana, condotta all'insegna di forme aperte ed oscillazioni di tactus. Tutto da assaporare il lirismo apollineo di Baker, che ben si completa con la magniloquenza ritmica di Roach e la leggerezza solistica di Jackson, nell'interpretare brani immortali della tradizione come "But Not For Me" di Gershwin, "Round Midnight" di Monk e "Whisper Not" di Golson. Con la rivisitazione di "Azure", il duo Woods/Harrell ci regala momenti di intenso pathos, per un incontro condotto sul piano della pura poesia, mentre la trascinante rivisitazione in chiave post-boppistica di "Round Midnight" lascia intravedere l'intelligenza musicale di Max Roach, maestro incontrastato del jazz drumming moderno. Le due gemme mingusiane ("Orange Was The Color Of Her Dress" e "Remember Rockefeller At Attica") completano una pubblicazione di inestimabile valore artistico e documentario.

 

Track List de "I grandi concerti. The Brass Group Palermo volume 2"

1. CHET BAKER: But Not For Me (G. & I. Gershwin) 15:02 Palermo, Teatro Biondo 18/03/1980

2. MILT JACKSON: Whisper Not (B. Golson) 7:54 Palermo, Teatro Biondo 15/12/1980

3. GIL EVANS/BRASS GROUP BIG BAND: Orange Was The Color Of Her Dress, Then Blue Silk  (C. Mingus) 5:06 Palermo, Teatro Golden 28/04/1986

4. CHARLES MINGUS: Remember Rockefeller At Attica (C. Mingus) 10:08 Palermo, Brass Group Jazz Club 26/03/1976

5. PHIL WOODS: Azure (D.Ellington/ I. Mills) 10:16 Palermo, Teatro Europa 14/03/1984

6. SPHERE: Tayamisha (Buster Williams) 14:11 Palermo, Teatro Golden 14/11/1985

7. MAX ROACH: 'Round Midnight (Williams/Monk/Hanighen) 15:04 Palermo, Teatro Metropolitan 04/03/1986

 

Formazioni:
Chet Baker Quartet:
Chet Baker tromba, voce; Dennis Luxion pianoforte; Nicola Stilo flauto; Riccardo Del Fra contrabbasso.
Milt Jackson Quartet:
Milt Jackson vibrafono; Monty Alexander pianoforte; Ray Brown contrabbasso; Grady Tate batteria.
Brass Group Big Band:
Gil Evans direzione, pianoforte; Claudio Brocato, Pietro Pedone, Giovanni Maniscalco, Domenico e Faro Riina tromba; Danilo Terenzi, Pietro Piazza, Giuseppe Sapienza, Salvatore Pizzo, Salvatore Pizzurro trombone; Orazio Maugeri, Claudio Montalbano.
 
Maurizio Zerbo  CRICD     
I grandi concerti. The Brass Group Palermo, Vol. 1 

Non è certamente una qualsiasi antologia discografica, questo CD I Grandi Concerti -The Brass Group Palermo, Volume 1; lega i nomi di Lee Konitz e Woody Shaw, Chet Baker e Massimo Urbani, Joe Henderson, Dexter Gordon e Art Farmer; grandi del jazz a vario titolo. Ciò che accomuna in questa produzione, curata dal Centro Regionale per l'inventario, la catalogazione e la documentazione dei Beni Culturali ed Ambientali, i musicisti è l'aver suonato nello storico club del Brass Group in via Duca della Verdura, a Palermo tra il '76 e il '92.
Testimonianze storiche che sono riproposte con grande merito, ricordi incancellabili per jazzofili magari di una certa età, occasione per chi non li ha visti e sentiti dal vivo per tuffarsi in una grande atmosfera jazz.
Ascolti l'inventiva e la delicatezza drammatica di Chet Baker, i meravigliosi sassofonisti Lee Konitz, Dexter Gordon e Joe Henderson, il compianto Massimo Urbani con quelle premesse che purtroppo non hanno avuto il tempo di produrre altri frutti, la tromba di Art Farmer e Woody Shaw.
Apprezzi quella particolare arte dell'improvvisazione e la bellezza delle strutture sonore, ascolti grande musica.
Grande jazz che è passato per Palermo e si ripropone.
Una musica che esprime il suo tempo e va anche fuori del tempo, come la grande musica.
E speriamo che questo volume 1 possa avere presto un seguito.


Track List de "I grandi concerti. The Brass Group Palermo volume 1"

1. LEE KONITZ: Subconscious (Lee Konitz) 7:59 Palermo, Brass Group Jazz Club 09/01/1976

2. WOODY SHAW: Stepping Stone (W. Shaw) 10:29 Palermo, Teatro Biondo 21/02/1980

3. CHET BAKER: All The Things You Are (Kern/Hammerstein) 13:43 Palermo, Brass Group Jazz Club 17/01/1976

4. MASSIMO URBANI: Will You Still Be Mine? (Adair/Dennis) 8:19 Palermo, Teatro Biondo 27/01/1982

5. JOE HENDERSON: Black Narcissus (J. Henderson) 7:21 Palermo, Teatro Golden 06/02/1986

6. DEXTER GORDON: Rhythm -A- Ning (T. Monk) 11:53 Palermo, Brass Group Jazz Club 10/05/1975

7. ART FARMER: I'll Remember April (Raye/De Paul/Johnston) 9:04 Palermo, Brass Group Jazz Club 19/12/1992


Formazioni:
Lee Konitz Quartet: Lee Konitz, Dave Cliff, Peter Ind, Al Leavitt .
Woody Shaw Quintet : Woody Shaw, Carter Jefferson, Larry Willis, Stafford James, Victor Lewis.
Chet Baker Quintet: Chet Baker, Ignazio Garsia, Jacques Pelzer, Giovanni Tommaso, Gianni Cavallaro
Quartetto Massimo Urbani: Massimo Urbani, Enrico Pieranunzi, Enzo Pietropaoli, Roberto Gatto.
Joe Henderson Quartet: Joe Henderson, Joanne Brackeen , Kim Clarke, Keith Killao.
Dexter Gordon Quartet: Dexter Gordon, Irv Rocklin , Haenk Havenrhook, Tony Inzalaco.
Art Farmer Quartet: Art Farmer , Patrizio Fariselli, Ares Tavolazzi, Giulio Capiozzo.

Recensione: "Il giornale della musica" 03/08

 
Maurizio Zerbo  CRICD     01/02/2008
I grandi concerti. The Brass Group Palermo, Vol. 3 

Curato da Maurizio Zerbo per il Centro Regionale per il Catalogo, il cd contiene indimenticabili registrazioni live della storica fondazione palermitana, coprendo un arco temporale che va dal 1974 al 1988. Ne sono protagonisti nove giganti del jazz moderno quali Oscar Peterson, Stan Getz, Barney Kessel, Woody Shaw, Clark Terry, Tony Scott con i siciliani Ignazio Garsia al pianoforte, Gianni Cavallaro alla batteria e Manlio Salerno al basso elettrico.
Michel Petrucciani, Herb Ellis e Jon Hendricks concludono un “parter de roi” di valore assoluto, con artisti che hanno avuto un’influenza decisiva sul jazz contemporaneo, sia a livello compositivo che sul piano dell’organizzazione sonora.
Nomi consegnati alla grande storia del jazz, in grado di donare al pubblico imprevedibilità, fantasia, tensione emotiva, insieme a ciò che negli Stati Uniti si definisce “stamina”: l’energia vitale, unica ed irripetibile del climax espressivo, favorito dalla dimensione live.
Ma al di là dell’alto livello dei brani, l’ascolto del cd diviene anche un’occasione importante per rileggere gli ultimi trent’anni di storia del jazz, al fine di comprendere i paradigmi musicali della contemporaneità. Le magistrali interpretazioni di brani immortali quali Oleo e Tempus Fugit mettono in mostra avvincenti tecniche di improvvisazione, sonorità e giri armonici, divenuti oggi moneta corrente del jazz contemporaneo
Come ciliegina sulla torta, il senso del blues e dello swing che stanno alla base del jazz, per illuminare le interpretazioni del geniale pianista Oscar Peterson nonché la gioiosa condotta ritmica di The Great Basie Eight e Guitar Summit.
La sublime rivisitazione in chiave jazz di Estate di Bruno Martino da parte di Jon Hendricks completa una pubblicazione di inestimabile valore artistico e documentario.

 

Track List de "I grandi concerti. The Brass Group Palermo volume 3"

1. OSCAR PETERSON:: Soft Winds (F. Henderson/B. Goodman) 5:28 Palermo, Teatro Golden, 2/3/1987

2. THE GREAT BASIE EIGHT: Swingin’ The Blues (B. Golson) 6:18 Palermo, Teatro Golden, 22/1/1987

3. GUITAR SUMMIT: Flying Home  (B.Goodman/L.Hampton/S. Robin) 5:14 Palermo, Teatro Biondo, 6/11/1981

4. ARNETT COBB: Blue And Sentimental (C. Basie/J. Livingston/M. David) 7:10 Palermo, Teatro Golden, 7/4/1984

5. MICHEL PETRUCCIANI: Oleo (S. Rollins) 7:17 Palermo, Teatro Golden, 24/11/1985

6. STAN GETZ: Tempus Fugit (B. Powell) 10:43 Palermo, Teatro Biondo, 2/3/1982

7. JON HENDRICKS: In Summer (B.Martino/J. Hendricks) 5:07 Palermo, Teatro Metropolitan, 29/12/1988

8. TONY SCOTT: Things Ain’t What They Used To Be (M. Ellington/T. Person) 7:08 Palermo, Brass Group Jazz Club, 29/11/74

9. WOODY SHAW: Theme For Maxine (W. Shaw) 15:20 Palermo, Teatro Biondo 21/2/80

 

Formazioni:
Oscar Peterson Trio:
Oscar Peterson pianoforte; David Young contrabbasso; Martin Drew batteria.
The Great Basie Eight:
Clark Terry tromba, flicorno; Al Grey trombone; Buddy Tate, Billy Mitchell sax tenore; Nat Pierce pianoforte; Ray Pohlman chitarra; Eddie  Jones contrabbasso; Oliver Jackson batteria.
Guitar Summit:
Charlie Byrd, Herb Ellis, Barney Kessel chitarra; Gene  Byrd contrabbasso; Charlie Redd batteria.
Arnett Cobb Quartet:
Arnett Cobb sax tenore; Kirk Lightsey pianoforte; Jimmy Woode contrabbasso; Butch Miles batteria.
Michel Petrucciani Trio:
Michel Petrucciani pianoforte; Palle Danielsson contrabbasso; Eliot Zigmund batteria.
Stan Getz Quartet:
Stan Getz sax tenore; Jim McNeely pianoforte; Mark Johnson contrabbasso; Victor Lewis batteria.
Jon Hendricks Quartet:
Jon Hendricks voce; Stephen Scott pianoforte;  Ron McClure contrabbasso; Clifford Barbaro batteria.
Tony Scott Quartet:
Tony Scott sax tenore; Ignazio Garsia pianoforte; Manlio Salerno basso elettrico; Gianni Cavallaro batteria.
Woody Shaw Quintet:
W. Shaw tromba, flicorno; Carter Jefferson sax tenore; Larry Willis pianoforte; Stafford James contrabbasso; Victor Lewis batteria.
 
Maurizio Zerbo  CRICD     
I grandi concerti. The Brass Group Palermo, Vol. 4 

Fin dalle sue origini, il jazz si è sempre sviluppato in maniera simbiotica con le città che lo hanno amato traendovi linfa preziosa per la sua diffusione. Grazie al Brass Group, Palermo ha svolto un ruolo fondamentale in Italia per la valorizzazione di una musica d’arte relegata ai margini delle rassegne culturali più importanti. Con circa tremila concerti, questa Fondazione ha reso Palermo una delle capitali mondiali del jazz ospitando i maggiori protagonisti del Novecento musicale: fra tutti Dizzy Gillespie, Miles Davis, Charles Mingus, Chet Baker, Art Blakey, Max Roach, Sun Ra, Ornette Coleman, Bill Evans, Michel Petrucciani, Dexter Gordon, Joe Henderson, Woody Shaw, Oscar Peterson.
Sembra ieri, ma sono trascorsi quarantuno anni dal primo concerto tenuto da Irio De Paola nella prima sede di via Duca della Verdura. Uno scantinato mitico nonché luogo di iniziazione musicale per diverse generazioni di jazzofili, dove poter ascoltare e fare le ore piccole con i più fulgidi protagonisti del jazz moderno. Un luogo piccolo e buio, illuminato dal talento di grandi artisti chiamati a suonare a Palermo grazie alla lungimiranza e la visionaria progettualità di Ignazio Garsia.



Brochure in formato PDF
 
Maurizio Zerbo  CRICD     
La biblioteca dimenticata 
Da una raccolta di libri antichi, apparentemente senza storia e disordinatamente collocati sulle mensole della biblioteca di una delle più belle dimore del periodo Liberty, Villino Favaloro (oggi di proprietà dell'Assessorato dei beni culturali e dell'Identità siciliana), si sviluppa un percorso volto a ricostruire l'identità dei proprietari e il loro ruolo nello spazio e nel tempo.
Si comincia dall'inventario e dalla catalogazione descrittiva di questi testi quasi esclusivamente di argomento giuridico, come momenti privilegiati per la loro conoscenza, sia dal punto di vista oggettuale, sia da quello contenutistico, per giungere all'individuazione della loro provenienza, facendo emergere una parte di storia patria ad oggi poco conosciuta.
 

Pubblicazione in formato PDF

 
Maria Mondello, Maria Concetta Valenti  CRICD     
Norme per la catalogazione di documenti fotografici - Scheda DF  Norme di catalogazione  Maria Giovanna Russo  CRICD     01/03/2007
L’Italia d’argento. 1839/1859 Storia del dagherrotipo in Italia 

Maria Francesca Bonetti - Monica Maffioli (a cura di), L’Italia d’argento. 1839/1859 Storia del dagherrotipo in Italia, Firenze 2003. Catalogo della mostra allestita a Firenze, Sala d’arme di Palazzo Vecchio, 30 maggio – 13 luglio 2003; a Roma, Palazzo Fontana di Trevi, 26 settembre – 16 novembre 2003; a Palermo, Palazzo Branciforte, 7 maggio – 13 giugno 2004.

Il catalogo della prima grande mostra dedicata al dagherrotipo in Italia. Suddivisa in base all’articolazione territoriale dell’Italia pre-unitaria, la mostra presenta, tra gli altri, due preziosi dagherrotipi siciliani tratti dal fondo Arezzo di Trifiletti, oggi conservato presso la fototeca del CRICD.

 
Maria Francesca Bonetti, Monica Maffioli  CRICD     01/01/2003
2 3 di 3 

Testo di ricerca